giovedì 6 settembre 2012

Confettura di pesche con metodo Ferber


La produzione di pesche sta finendo ed io non ne ho ancora preparato la confettura, non sia mai che mi manchi proprio questa che è tra le mie preferite!
Quindi detto e fatto, ecco qui la

Confettura di pesche con metodo Ferber


 Ingredienti:
1 kg di pesche a polpa gialla al netto
800 gr di zucchero
Il succo di un piccolo limone

Immergete le pesche minuto in una casseruola di acqua bollente. Raffreddatele in un bagno di acqua molto fredda. 
Pelatele, snocciolatele e tagliatele in lamelle spesse.

In una pentola da marmellata, mescolate le lamelle di pesche, lo zucchero ed il succo di limone. Portate al fremito prima dell’ebollizione poi versate tutto in una terrina. 

Coprite con un foglio di carta forno e mettete in fresco per una notte  o 12 ore. 


L'indomani versate  il composto in un setaccio. 
Fate bollire lo sciroppo raccolto schiumate e proseguite la cottura a fuoco vivo. Lo sciroppo va concentrato fino a raggiungere i 105° al termometro. 

Aggiungete le lamelle di pesche e portate di nuovo a ebollizione a fuoco vivo per cinque minuti circa rimestando delicatamente  schiumando ancora se serve.  
Verificate la densità con la prova piattino,  quindi mettete la confettura in vasi sterilizzati e chiudete.

52 commenti:

  1. eccola qua la confettura di pesche... Ma lo sai che le mie sono state pappate dai miei maschietti e non sono riuscita a fare la marmellata!!!
    Ma non demordo :D
    Buona giornata
    Tiziana

    RispondiElimina
  2. ke buonaaaaaa...poi con le pesche da un tocco in più...complimentiiiiiiiii

    RispondiElimina
  3. Sei una maestra in quanto a confetture, sono tutte lendine. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono io la maestra ma la Ferber!

      Elimina
  4. Ciao Bruna,
    deve essere stupenda, le foto sono veramente invitanti!
    Baci,
    Cri

    RispondiElimina
  5. ricetta perfetta,me la segno subito! Un bacione e buon we...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Anche se il we scorso e la settimana scorsa non sono stati tra i migliori...
      Buona settimana...

      Elimina
  6. Hai fatto bene a farla! Mai rimanerne senza! E poi le pesche sono così buone.... Un bacio Bruna!!

    RispondiElimina
  7. Une recette de christine Ferber est toujours un trésors pour les gourmands !
    Vos photos sont magnifiques , elles nous donnent d'y goûter , merci
    Bon dimanche
    Sacha

    RispondiElimina
  8. Le foto la dicono lunga,anzi lunghissima...
    Mi piace tanto il fatto che la marmellata sia fatta con solo 8oo gr di zucchero,piuttosto che il piu' usuale tant pour tant.
    "Portate al fremito prima dell'ebollizione" e' bellissimo.
    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. he he he...mi sembrava il modo migliore per tradurre "Frémissement".
      Buona settimana a te cara!

      Elimina
  9. Ho appena comprato delle pesche stupende. Mi pare superfluo scriverti che ti copio tutto al volo, grandissima Bruna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu hai messo il pepe in grani!!!!
      Ci provo se trovo ancora pesche buone!
      Un bacio

      Elimina
  10. Buonissima! mi piace tantissimo la confettura di pesce e questa deve essere veramente una goduria!

    Ciao, da Ennio.

    RispondiElimina
  11. Mi sono da poco convertita anche io al ferberismo (il libro è arrivato una settimana fa) ma devo dire che le tue spiegazioni sono anche più esaurienti del libro! Ti secca se divento una tua seguace? Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che non mi secca, anzi mi fa moltissimo piacere!!!
      Passo a trovarti.
      Ciaoooooooo

      Elimina
  12. Che buona Bruna! Con i pezzettoni di frutta poi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace trovare la frutta a pezzi, non mi piacciono frullate.
      Ciaoo

      Elimina
  13. Cara Bruna, le tue foto della preparazione della marmellata sono l'emblema dell'estate! Purtroppo non so cimentarmi in questo genere di preparazione, quindi osservo e immagino soltanto. E passando da te penso a Chiavenna, all'estate trascorsa a S.Pietro, e un po' il mio cuore immalinconito si rasserena...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lella cara verrà il momento di conoscerci di persona?
      Sono contenta se con così poco riesco a rasserenarti, un bacio

      Elimina
  14. Mi tenta sempre di più questa marmellata!
    Sono passata a trovarti per par condicio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per par condicio eh? ;O)
      Un abbraccio

      Elimina
  15. si sa felder è felder e questo metodo valorizza molto il sapore delle pesca le foto sono un piacevole pre gusto della confettura :-)

    RispondiElimina
  16. Ciaoo abbiamo un amica in comune Chiara passa da me che ho un regalino per te buona doemnica

    RispondiElimina
  17. Ciao Bruna sono capitata nelò tuo blog per caso...cercavo la marmellata di arance con il metodo Faber (non so se esiste)So che lei è bravissima per le confetture. Vedrò quale metodo usare, ho delle arance biologiche meravigliose e quindi mi faceva piacere trasformarle in confettura.
    Comunque anche io insieme a mi sorella Monica abbiamo un blog se ti và unisciti anche tu ai nostri follower
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arrivo subito a trovarvi, la marmellata d'arance con il metodo Ferber la trovi qui nel mio blog cliccando sull'indice in alto alla pagina "Confetture e marmellate", ti metto qui il link alla marmellata in questione
      http://tentazionidigusto.blogspot.it/2013/02/marmellata-darance-con-il-metodo-ferber.html
      Grazie cara, Un abbraccio

      Elimina
  18. eccomi, avevo scritto nella parte generale delle marmellate e spunto qui ora perchè ho provato a fare la marmellata di pesche con questo metodo...
    devo dire che mi è venuta molto buona, ma forse troppo dolce...
    e ora che rileggo meglio il tuo procedimento e soprattutto guardo le tue foto, forse ho capito dove ho sbagliato.
    cercavo di ottenere una marmellata densa...mentre vedo che la tua ha pezzettoni di frutta e una parte più fluida...esatto? è così che resta con questo metodo?
    perchè io ho seguito la tua prodedura alla lettera ma poi...proprio alla fine...dopo 10minuti che le pesche bollivano nello sciroppo, prova piattino e vedo che è liquido (e le pesche appaiono come pezzi ben separati)...altri 10'...altri 10'...
    ecco. rincorrendo l'idea di una marmellata densa ho cotto molto di più rispetto alle tue indicazioni...la marmellata è buonissima ma molto dolce!
    scusa se sono stata troopo lunga nella spiegazione, vorrei solo sapere come deve risultare la marmellata alla fine!
    grazie! (ah, bellissima la crostata che hai postato oggi...fa parte dei dolci semplici che amo, da mangiare infinite volte!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Eleonora vedo che hai già trovato tu la soluzione!
      In effetti l'hai cotta parecchio più del dovuto e gli zuccheri si sono concentrati tanto, in pratica hai vanificato il metodo Ferber ;O).
      Se ti piace la confettura densa devi tagliare a fettine sottili le pesche e dopo i 10 minuti canonici di ebollizione forte immergi il minipimer e frulla il composto, poi ridai un bollore ed invasi.
      Un abbraccio

      Elimina
    2. In effetti con il metodo Ferber la confettura risulta più fluida, però raffreddando si rassoda. La confettura della crostata è un po' più densa perché ne ho frullato una parte con il minipimer, me l'hanno richiesto i miei ragazzi perché dicono che con i pezzettoni la terminano troppo in fretta, invece frullata ne usano meno e dura di più...hehehe ehehehehh ;)

      Elimina
    3. gentilissima, grazie! ho già una cassettina da 3kg pronta...sono indecisa se farci pesche sciroppate o altra marmellata ma...mi sa che farò marmellata perchè vorrei imparare bene il metodo! :-)
      ciao!

      Elimina
    4. Importante è che tu usi una pentola larga circa 40 cm di diametro in modo che il liquido possa evaporare in fretta mentre la confettura cuoce solo 10 minuti.
      Buon lavoro!!! e buon fine settimana!

      Elimina
    5. eccomi di nuovo da te con gli aggiornamenti.
      è andata meglio!ha un aspetto simile alla tua.e che buona! ho ottenuto una composto fatto di una parte più fluida e dolce, e dentro tanti pezzetti di pesca che hanno mantenuto una consistenza e un sapore di frutta fresca. credo sarà perfetta sopra a crostate.
      e per l'utilizzo su fette biscottate, magari farò come te...una frullatina e via.
      grazie!!!

      Elimina
    6. Sono molto contenta!!
      Un bacione

      Elimina
  19. carissima Bruna,
    tra le varie ricerce sui metodi di cottura delle confetture mi sono imbattuta nel tuo blog, che devo dire è molto esastivo....posso approffitarne e farti alcune domande? proverò la confettura di pesche così come descritta però ho qulche dubbio: non ho la pentola di rame posso usare l'acciaio? per quanto tempo si conservano queste confetture? i coperchi dei barattoli li sterilizzi con l'alcol x liquori? (scusa se te lo chiedo, l'ho letto in qualche ricetta ma non riesco a trovarla...quando se ne leggono troppe.....) grazie tante per la disponibilità, sicuramente avrò altre domande posso disturbarti?
    grazie grazie!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Simo, in mancanza del rame va bene anche l'acciaio oppure l'alluminio con antiaderente, l'importante è che sia una pentola larga ( la mia è 40 cm di diametro) per permettere l'evaporazione veloce dei liquidi in modo che la confettura raggiunga in fretta la densità ottimale.
      le confetture si conservano un paio d'anni, forse anche di più ma le mie non ci sono mai arrivate, tutte finite prima :o)
      Sterilizzavo i coperchi con alcol da cucina o rum o cognac, poi la mia futura nuora ( ha una laurea in biotecnologie) mi ha detto che è un lavoro inutile e che è sufficiente a sterilizzare i coperchi l'alta temperatura della confettura quando si rovescia il vasetto per formare il sottovuoto, quindi non lo faccio più.
      Un abbraccio

      Elimina
  20. Ciao Bruna, torno a recensire una tua ricetta. Ho fatto la tua marmellata di pesche ed è venuta decisamente buona. Continuo a preferire altre marmellate rispetto a questa - gusti, si sa - ma è davvero un bel po' di spanne più in alto rispetto a quelle che si comprano. Grazie ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la confettura di pesche gialle è la meno saporita di tutte le altre, saranno le pesche più insipide forse... ieri ho postato quella di pesche gialle e arancia aggiunta per vedere di esaltare in po' il gusto. Grazie a te cara e buona domenica.

      Elimina
    2. Rieccomi, Bruna. Ho usato la marmellata di pesche per farcire una crostata, è davvero ottima, penso che sia il suo utilizzo migliore. Ciao :)

      Elimina
    3. Ne sono contenta! Buona settimana!

      Elimina
    4. Ne sono contenta! Buona settimana!

      Elimina
  21. Cara Bruna,
    Volevo ringraziarti perché grazie al tuo blog ho deciso di provare il metodo Ferber. Ero molto titubante perché in rete ci sono anche pareri contrari. Mi sono fidata di te, ti ho seguita passo passo e la mia marmellata di pesche é venuta buonissima, soprattutto non troppo dolce come invece temevo! Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Splendido!! Ne sono molto contenta!!
      Un abbraccio e buona settimana.

      Elimina
  22. Ciao Bruna, stò facendo un esperimento :-) mixando la tua ricetta per la confettura di pesche con quella di Iginio Massari per la persicata, ho fatto la pectina come consigli tu, ma forse è troppo densa, ha una consistenza superiore a quella di un budino. Secondo te in che quantità dovrei aggiungerla alle pesche? Ma soprattutto in che fase della cottura? Spero che tu mi possa aiutare e… dimenticavo, la marmellata di limoni è riuscita benissimo, con un profumo che invitava ad aprire il barattolo solo per odorarlo eccellente anche quella di pesche e amaretto, anche se ho aumentato la quantità di amaretto. :-) Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Jasmine sono molto contenta che ti siano piaciute!! Per il tuo esperimento mi trovi piuttosto impreparata, sono andata a ricercare la ricetta della Persicata di Massari che non conoscevo ed ho visto che è un dolce a tranci e non una confettura. Lui usa 15 g di pectina in polvere e la mette all'inizio della cottura, dopo la prima ebollizione delle pesche. la Ferber dice di aggiungere 200 ml di pectina per la confettura che è fluida, se la tua è venuta già più densa prova a metterne 250/300, dovrebbe rassodarsi. Dimmi come ti è venuto l'esperimento! Un abbraccio e grazie ancora.

      Elimina

Gli utenti anonimi si rendano palesi per favore.
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link verso siti non verificabili verranno rimossi
Commenti con link e commerce verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...