martedì 9 agosto 2016

Sgombri marinati alla catalana

Non mi piacevano gli sgombri freschi, da montanara non ero molto avvezza ai sapori di mare. Però quelli conservati nelle latte grandi, che vendevano nel panificio delle sorelle Panzeri, infilati in mezzo ad una saporita pagnotta di pane comune ( una volta c'erano due tipi di pane: quello bianco di semola e quello comune più scuretto) erano la mia merenda preferita. Pane e sgombri, una libidine!
Ma lo sgombro fresco no, per me, abituata ai pesci di lago, aveva un odore e un sapore di mare troppo deciso e mi sono sempre rifiutata di cucinarlo fino a quando... me l'ha ordinato il dottore: niente carni rosse, niente maiale ma pesce azzurro. Così, obtorto collo. l'ho cucinato curando di mitigarne il gusto con altri ingredienti e, scoperta piacevole, è buono, mi piace ed è anche delicato!!

Sgombri marinati alla catalana


Ingredienti per 4 persone:
4 sgombri da circa 150 g ognuno, 
1 cipolla  bianca
300 ml di aceto di mele

Per la catalana
4 cucchiai di olio extravergine,
1 cipolla rossa di Tropea
un cucchiaio di capperi di Pantelleria sotto sale
10 pomodori Piccadilly, 
4 filetti di acciughe 
2 gambi di sedano, il cuore
1 spicchio d'aglio
12 olive verdi piccanti di Nocellara,   
sale, pepe o peperoncino 
origano 

Preparazione:
Sbucciare la cipolla di Tropea, lavarla, affettarla ad anelli sottili, quindi lasciarla per circa 30 minuti a bagno nell'aceto. 
Eviscerare, lavare e lessare gli sgombri con acqua bollente salata a coprirli, aceto e cipolla bianca per 10 minuti dall'ebollizione. Sfilettarli togliendo la pelle, le lische, le teste e mettere i filetti così ottenuti in una ciotola capiente. Farli raffreddare velocemente nell'abbattitore o immergendo la ciotola in acqua e ghiaccio quindi trasferire in frigo.
Mettere i capperi in un colino appoggiato sopra ad una ciotola e sciacquare sotto l'acqua corrente. 
Lavare ed asciugare il sedano ed i pomodorini quindi affettarli a rondelle, snocciolare le olive e tagliarle a pezzi, tagliare a pezzetti anche le acciughe, mettere tutto in un contenitore assieme ai capperi dissalati, lo spicchio d'aglio sbucciato ed agli anelli di cipolla, condire con olio, origano, pepe e far riposare in frigo per 30 minuti. 

Quando gli sgombri saranno raffreddati ricoprirli con la catalana di verdure togliendo l'aglio e salandola un pochetto. Far insaporire bene al fresco per altri 30 minuti circa e servire.


14 commenti:

  1. adoro lo sgombro più del solito tonno, bella ricetta Bruna, la farò !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me ora piace moltissimo, mi stanno arrivando consigli su preparazioni diverse e credo che le farò tutte!
      Grazie cara!

      Elimina
  2. una ricetta semplice ma super gustosa..brava!

    RispondiElimina
  3. insalatina perfetta per queste calde giornate,grazie mi sono aggiunta ai tuoi followers e ti alscio anche un premio-tag,eccoil link per vedere di cosa si tratta,buona giornata http://cioccolatoamaro-paola.blogspot.it/2016/08/de-tugo-um-pouco.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio cara Paola! Vado a leggere

      Elimina
  4. Tanto adoro il tonno tanto poco amo lo sgombro, ma...con questa ricetta mi fai venire voglia di mettere pace anche con lo sgombro. Semplice e affatto banale, invoglia proprio.

    RispondiElimina
  5. bruna mi chiedo se ti potrebbe piacere cotto in olio, tipo il tonno sott'olio? risulta molto più delicato. sgombro sfilettato, messo in padella e coperto con olio (io metà extra vergione e metà semi), sale, magari una foglia di alloro e uno spicchio d'aglio. a cuocere su fuoco bassissimo fino a quando vedi le prime bollicine sul borno. spegni e fai raffreddare. si conserva in frigo per una vita. ciao, stefano

    RispondiElimina
  6. Certo che mi può piacere, eccome!!Sarebbe come quello nei vasetti in pratica, non c'è pericolo di botulino?

    RispondiElimina
  7. Certo che mi può piacere, eccome!!Sarebbe come quello nei vasetti in pratica, non c'è pericolo di botulino?

    RispondiElimina
  8. io non lo metto nei vasetti, ma lo conservo in frigorifero in contenitore di plastico. è adatto a un consumo immediato: io l'ho conservato fino a una settimana. si fa molto in fretta + gli sgombri ci sono pressocchè sempre, quindi io non lo faccio per conservarlo per mesi. inoltre ti passo questa ricetta simile di un pesce confit, che io non ho provato (ma voglio farlo) di fonte affidabile http://ruhlman.com/2011/07/salmon-and-potatoes-in-a-jar/ ciao bruna
    ste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro Ste, mi sa tanto che lo farò allora!! Ora vado a vedere anche la ricetta che mi hai segnalato. Ciao bello

      Elimina
    2. Grazie caro Ste, mi sa tanto che lo farò allora!! Ora vado a vedere anche la ricetta che mi hai segnalato. Ciao bello

      Elimina

Gli utenti anonimi si rendano palesi per favore.
Commenti anonimi se non firmati verranno rimossi.
Commenti con link verso siti non verificabili verranno rimossi
Commenti con link e commerce verranno rimossi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...